21, luglio, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Guide al Trading online » Stop loss e Take profit – perché si usano e quali errori evitare
Stop loss e Take profit – perché si usano e quali errori evitare

Stop loss e Take profit – perché si usano e quali errori evitare

Scritto il: 18 ottobre 2013

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Nella mitigazione del rischio e massimizzazione dei guadagni nel tempo può essere aiutato dalla fissazione di due strumenti, lo stop-loss e il take-profit: il primo indica il livello che determina la chiusura della posizione (dando luogo a una perdita, ma salvaguardando comunque l’investitore dal rischio di perdite più cospicue).

Questi due termini sono strettamente legati anche alla strategia di Money Management da utilizzare, l’errore più classico che viene fatto è quello di allontanare i livelli di Stop Loss o Take profit man mano che ci si avvicina ad essi.

disperazione borsaCome fissare i livelli di uscita

Nella pratica si tratta di inviare un ordine al mercato, in virtù del quale – al raggiungimento della soglia stabilita – scatta l’ordine di vendita o, se siete short, di acquisto. La principale nell’applicazione dello stop loss non riguarda tanto l’individuazione del livello sul grafico, quanto l’aspetto psicologico: trattandosi di monetizzare una perdita, infatti, non è sempre facile azionare la soglia con lucidità.

 

Graficamente uno stop-loss e un Take Profit può essere gestito in base appunto all’analisi tecnica adottata dal Trader, molte volte questi livelli di profitto o perdita vengono determinati in base ai massimi e i minimi che il titolo può in molti casi raggiungere.

Di seguito due esempi di Stop Loss e Take Profit inseriti graficamente.

Esempio di stop loss inserito graficamente su un minimo

Esempio di stop loss inserito graficamente su un minimo

Take profit di un operazione short

Take profit di un operazione short

 

Il ruolo della garanzia
Lo stop-loss può essere garantito o meno dal broker. In questo secondo caso, se i prezzi saltano in corrispondenza del livello stabilito come massima perdita, ci si può trovare nella condizione di chiudere la posizione al successivo prezzo disponibile. Il fenomeno, noto come slippage, nei fatti comporta la monetizzazione di una perdita superiore a quanto stabilito. Se invece lo stop-loss è garantito, si pone una barriera invalicabile alle perdite potenziali. In cambio, l’attivazione di questa funzionalità comporta il pagamento di un premio al broker.

 

fonte: http://it.finance.yahoo.com/notizie/stop-loss-e-take-profit-cosa-sono-e-a-cosa-servono-174923402.html
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Stop loss e Take profit - perché si usano e quali errori evitare, 5.0 out of 5 based on 2 ratings
borsa finanza guide di borsa guide di trading stop loss take profit trading

About Luca

Luca
Sono laureato in Ingegneria Gestionale e ho un diploma di Master in Project Management. Faccio Trading online da ormai 7 anni e mi interesso di Borsa e Finanza da almeno 11. Opero in borsa come Private Trader, su i più importanti mercati finanziari: Mercato azionario MTA Italiano prevalentemente, Mercato dei cambi Forex, Mercato delle materie prime (Commodity), Indici. Gli strumenti che tratto principalmente sono quindi Azioni, CFD e Futures.
Google +
Scroll To Top