24, luglio, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Forex » Il curioso caso Euro, Franco Svizzero. EUR/CHF

Il curioso caso Euro, Franco Svizzero. EUR/CHF

Scritto il: 5 luglio 2012

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Sono ormai alcuni mesi che il cambio EUR/CHF non da molte emozioni, soprattutto perché la banca centrale svizzera decise di fissare il prezzo del Franco ad un minimo di 1.2000.
Questo perché non si vuole più accettare un cambio sfavorevole alle esportazioni, tutto ciò è dovuto dal fatto che il Franco Svizzero durante la crisi è visto come bene rifugio.
Il 14 giugno 2012 la NBS Svizzera ha confermato ancora questo minimo tasso di cambio a tempo indeterminato, il ché ha reso ancora più interessanti le speculazioni.

Confrontandomi con molti trader, molti di loro mi dicono che hanno perso interesse verso questo cambio, ma dalle notizie dei miei Broker invece mi sembra il contrario, infatti molti hanno aumentato i margini di leva finanziaria ed anche i lotti massimi con cui poter fare trading, a mio avviso vuol dire che le speculazioni sono notevolmente aumentate con quantità di denaro molto alte.

Ma come speculano i Trader su questo cambio?

Se andiamo a vedere il grafico EUR/CHF con time frame daily:

Notiamo subito la congestione iniziata a fine Aprile 2012 il cross valutario rimane incollato vicino al suo valore stabilito dalla Banca centrale svizzera cioè a 1.2000.

Se invece riduciamo il Time-Frame e lo mettiamo H1 (un Ora):

possiamo notare che ho segnato con un cerchio rosso tutte le volte che il cambio ha subito una discesa al di sotto di 1.2000, in 2 mesi solamente 3 volte e solamente per qualche secondo.
La cosa interessante da notare è la possibilità di acquistare l’EUR/CHF nelle zone tratteggiate in rosso per poi riuscire a rivenderle in uno dei picchi massimi tratteggiati in arancione.
Il cambio si muove in pochi pips quindi per aver buoni guadagni occorre molto denaro per comperare quanti più lotti, il valore da tenere monitorato per l’acquisto varia da 1.2008-1.2010, usando uno stop loss fisso (meglio se garantito) subito sotto 1.2000, mentre per il take profit sta nell’abilità del trader portarsi a casa quanti più pips.
Premetto che per fare questo certo tipo di operazioni occorre un Buon Broker online, che abbia margini e costi contenuti, meglio operare con i CFD quindi.

Se vi occorre qualche suggerimento relativo al broker da utilizzare scrivetemi pure, inoltre leggete bene i disclaimer.

Per maggiori informazioni dojitradingonline@gmail.com


Rimani sempre aggiornato FEED RSS
Aggiungi il blog ai tuoi preferiti clicca qui


Seguici anche su Google+

Buon Trading e buon Week End
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
eurchf euro forex franco svizzero spunti operativi trading

About Luca

Luca
Sono laureato in Ingegneria Gestionale e ho un diploma di Master in Project Management. Faccio Trading online da ormai 7 anni e mi interesso di Borsa e Finanza da almeno 11. Opero in borsa come Private Trader, su i più importanti mercati finanziari: Mercato azionario MTA Italiano prevalentemente, Mercato dei cambi Forex, Mercato delle materie prime (Commodity), Indici. Gli strumenti che tratto principalmente sono quindi Azioni, CFD e Futures.
Google +
Scroll To Top