21, luglio, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Mercato Estero » Apple ai minimi di febbraio 2012, opportunità o minaccia?

Apple ai minimi di febbraio 2012, opportunità o minaccia?

Scritto il: 17 dicembre 2012

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Apple tocca di nuovo il minimo del 16 novembre 2012 a quota 506$ e conferma il non proprio bel momento al Nasdaq per il titolo di Cupertino.
Infatti era dal febbraio 2012 che non vedevamo il titolo così in basso, tengo però a precisare però che in quel periodo era in ascesa.
Ma da che cosa è dovuta questa pioggia di vendite?
In giro per il web e giornali si parla di un calo del margine operativo trimestrale inferiore a quello dei precedenti.

Andando ad analizzare il grafico invece…

Possiamo notare il doppio minimo che si è creato e quindi la seria possibilità di rimbalzo che esso comporta, se invece dovesse essere violato il supporto posto a 500$ è molto probabile che si torni in zona 463$ vicino alla linea di tendenza tracciata in blu.

Le previsioni di questo Natale non danno sicuramente a pensare ad una crisi di mercato e via dicendo, le vendite di iphone5 sono previste intorno quota 130 milioni di apparecchi venduti entro l’intero anno il 30% in più rispetto al 2011.

Quindi con il Natale alle porte, teniamo costantemente monitorato questo titolo.
_____________________

Per maggiori informazioni dojitradingonline@gmail.com

Rimani sempre aggiornato FEED RSS
Aggiungi il blog ai tuoi preferiti clicca qui

Seguici anche su Google+ e inscriviti alla community TradingOnline su G+

Buon Trading
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Apple ai minimi di febbraio 2012, opportunità o minaccia?, 5.0 out of 5 based on 1 rating
analisi tecnica apple borsa borsa estera crisi apple cupertino finanza iphone 5 minimi di febbraio nasdaq Natale

About Luca

Luca
Sono laureato in Ingegneria Gestionale e ho un diploma di Master in Project Management. Faccio Trading online da ormai 7 anni e mi interesso di Borsa e Finanza da almeno 11. Opero in borsa come Private Trader, su i più importanti mercati finanziari: Mercato azionario MTA Italiano prevalentemente, Mercato dei cambi Forex, Mercato delle materie prime (Commodity), Indici. Gli strumenti che tratto principalmente sono quindi Azioni, CFD e Futures.
Google +
Scroll To Top