25, giugno, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Borsa e Finanza » Pillole di Trading: Macroeconomia & Forex – Parte IV – Disoccupazione e Pil –
Pillole di Trading: Macroeconomia & Forex – Parte IV – Disoccupazione e Pil –

Pillole di Trading: Macroeconomia & Forex – Parte IV – Disoccupazione e Pil –

Scritto il: 18 dicembre 2014

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (4 votes cast)

For foreign visitors: insert the link of the article on this site http://www.worldlingo.com/. Thanks

 

La disoccupazione si mostra come un problema importante per lo studio dell’economia, in quanto i non occupati figurano come una risorsa sprecata all’interno di un’economia.

La disoccupazione è misurata dal tasso di disoccupazione e rappresenta il numero di lavoratori civili che non hano ancora trovato un impiego lavorativo pur essendo in cerca di esso. Esistono tre tipi differenti di disoccupazione:

  • Disoccupazione frizionale si ricava dall’informazione non perfetta e dalle difficoltà di trovare lavoro qualificato nel breve termine di tempo. Un esempio calzane è il neolaureato in cerca del primo impiego.
  • Disoccupazione ciclica: allude alla disoccupazione come il risultato del ciclo economico, come ad esempio in un periodo di recessione economica è naturale che il tasso di disoccupazione tende a salire.
  • Disoccupazione strutturale: questo tipo di disoccupazione riguarda quando i lavoratori non sono qualificati in modo sufficiente per i lavori disponibili. La disoccupazione strutturale può essere un problema per l’economia di un paese, un esempio lo stiamo vivendo attualmente dove ci sono molte offerte di lavoro in cui i candidati non hanno i requisiti richiesti per poter accedere(primo fra tutti l’età ).

L’economia di un paese così come non desidera un elevato tasso di disoccupazione, non desidera nemmeno una totale occupazione, in quanto si verrebbe poi a creare una disoccupazione frizionale e/o strutturale.

Questo concetto è espresso dalla Curva di Philips che evidenzia la relazione tra inflazione e disoccupazione: minore è il tasso di disoccupazioe, maggiore è il tassi di inflazione.Pertanto laddove inflazione e disoccupazione sono vicini allo zero vuol dire che l’economia gode di un ottimo stato di salute.
Va detto che le aziende massimizzano i guadagni producendo il maggior numero di beni al minor costo, anche se a volte ci sono casi in cui io lavoro è più costoso del capitale strumentale. Pertanto esisterà sempre un compromesso tra costo e produttività, tra capitale umano e risorse strumentali.

Uno dei principali fattori utilizzato nella misurazione del PIL (Prodotto Interno Lordo) è il guadagno, ecco perché il PIL è lo strumento utilizzato per misurare l’attività economica di un paese.

Ai fini del calcolo del PIL, è importante distinguere fra prodotti finiti o intermedi, ad esempio una mela venduta ad una fabbrica che produce succhi non sarà inclusa nel prezzo, mentre venduta come prodotto farà parte del PIL visto che rappresenta il bene finale venduto al consumatore.

Esistono differenti tipi di analisi che sono applicate al PIL:

  • Pil reale: si pone di aggiustare le stime sul pil alla variazione dei prezzi, con lo scopo di determinare il cambiamento nei volumi dell’attività di un’economia.
  • Pil nominale: misura il valore della produzione ai prezzi del periodo in cui è stata ottenuta.

 

images

 

Oggetto di studio degli economisti è anche la crescita nel tempo del PIL, utilizzando il PIL pro-capite che è connesso agli standard di vita e alla misura di sviluppo.

Il PIL presenta dei limiti delle misurazioni poiché non tiene conto di alcuni fattori presenti in un’economia di un paese: ad esempio il PIL non può misurare la qualità di vita e nemmeno le perdite dovute ai grandi disastri, ma gli investimenti per la ricostruzione sì.

 

Prossimo Capitolo: Pillole di Trading : Macroeconomia & Forex – parte V – Il debito pubblico –  

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Pillole di Trading: Macroeconomia & Forex - Parte IV - Disoccupazione e Pil -, 5.0 out of 5 based on 4 ratings
BCE borsa borsa italiana disoccupazione finanza forex guida al trading macroeconomia pil pillole di trading Prodotto interno lordo trading on line

About Pasquale

Pasquale
Nel 2003 inizia la mia passione per il Forex Trading, un mondo che nel periodo universitario conoscevo solo in teoria. Partecipando a seminari dediti alla materia organizzati da importanti società di Trading on line a Milano e a Londra, sono cresciuto professionalmente e fatto del Forex Trading il mio reale lavoro da ben 6 anni.
Google +
Scroll To Top