24, luglio, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Borsa e Finanza » Come bruciare tre mesi di rialzi..

Come bruciare tre mesi di rialzi..

Scritto il: 9 aprile 2012

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

12 giorni per eliminare tutti i guadagni che il nostro listino era riuscito a fare in 3 mesi di contrattazioni, i più colpiti sono i titoli finanziari sopratutto BMPS che torna sotto i 0,3€, Banca POP Milano che torna ai livelli del 19 gennaio, Generali che in13 giorni ritorna a quota 11€ ai minimi di agosto-settembre 2011.
Anche il comparto industriale ed energetico non se la passa molto bene con Enel al minimo storico di 2,58€.

Se andiamo a vedere il Grafico dell’indice FTSE MIB notiamo subito che l’apertura di dopo Pasqua potrebbe essere fondamentale per un’ eventuale rimbalzo, il test a livello 15.000 punti è stato fondamentale.

Lo Spread BTP/Bund a 10 anni si è attestato a 369 punti base, la Spagna fa peggio di noi solamente di 30 punti.
Sinceramente non si sta facendo molto per lo sviluppo economico, la disoccupazione, sopratutto quella giovanile, continua a crescere e nell’ultimo DDL per la riforma del lavoro si introducono ancora tasse e si fa veramente poco per lo sviluppo, il mercato lo capisce prima di tutti ed infatti si vede.
Abbiamo maledettamente bisogno di semplificare e di liberalizzare, di favorire il lavoro autonomo e di investire su tecnologia e nelle energie alternative.

Intanto il Bund tedesco..

Grafico Future Euro Bund time-frame daily

continua a guadagnare punti e non sembra dare la minima impressione di cedimento, superata quota 139, il prossimo test è 140,5 massimo raggiunto solamente agli inizi di marzo.

Quindi per adesso nessun segnale di miglioramento sopratutto nel medio-lungo periodo, quindi è difficile tenere posizioni long aperte per molti giorni.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui tuoi Social Network


Aggiungi il blog ai tuoi preferiti clicca qui

Buon Trading
 
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
bmps borsa bund enel finanza generali riforma del lavoro spread trading

About Luca

Luca
Sono laureato in Ingegneria Gestionale e ho un diploma di Master in Project Management. Faccio Trading online da ormai 7 anni e mi interesso di Borsa e Finanza da almeno 11. Opero in borsa come Private Trader, su i più importanti mercati finanziari: Mercato azionario MTA Italiano prevalentemente, Mercato dei cambi Forex, Mercato delle materie prime (Commodity), Indici. Gli strumenti che tratto principalmente sono quindi Azioni, CFD e Futures.
Google +
  • E' stato un mese di dura reiezione della maggior parte dei titoli del nostro paniere principale dalle rispettive resistenze. Enel, per la verità, ho smesso di seguirla, atteso l'esasperato downtrend, mentre Generali ha preso un bella zuccata in area 13,6 che l'ha portata in men che non si dica a combattere col supporto 10,8. Non parliamo di MPS cui ha fatto molto male lo sfondamento al ribasso di quota 0,38 che parrebbe portarla verso il supporto 0,25, salvo compratori dell'ultim'ora.
    Qualcosa si salva ancora, ma occorre andarci con i piedi di piombo, con un occhio agli indici americani che sono ancora in zona di mero profit taking, ma del quale occorrerà valutare gli sviluppi in un senso o nell'altro. Ciao e buon lavoro.
    S45

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Ciao, grazie per l'ottimo commento d'analisi. Purtroppo come dici tu, bisogna andarci con i piedi di piombo, mentre sto scrivendo questo commento il nostro indice FTSE MIB perde il -1.8% con lo spread BTP-Bund che si avvicina a 400 punti base. Le banche sono sempre le più esposte a questa situazione secondo me, senza contare i titoli tossici che hanno accumulato in questi anni, considera che nell'ultimo bilancio si è scoperto che BMPS è esposta sui Bonos Spagnoli di ben 254 milioni di euro.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
Scroll To Top