22, luglio, 2017
Gli ultimi articoli
Ti trovi qui: Home » Borsa e Finanza » C’è ancora tempo per pensare al decreto sviluppo

C’è ancora tempo per pensare al decreto sviluppo

Scritto il: 20 ottobre 2011

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Oggi gli avvenimenti si susseguono, la morte (presunta o no) di Gheddafi, la nomina del nuovo governatore della Banca d’Italia, ma intanto le borse che si preoccupano più dello Spread sono tornate a girare in negativo.
Oggi il FTSE MIB ha perso il -3.77% e tanto per cambiare, il peggiore d’Europa, la cosa era già nell’aria da qualche giorno e non è da negare che ormai ci siamo abituati a questo tipo di volatilità.
Purtroppo in questa incertezza e in questa situazione di crisi economica non ci si può permettere di non fare norme che aiutino lo sviluppo, più aspettiamo e più ci avviciniamo alla Grecia, la crisi delle banche è dal 2007 che c’è e l’ho dimostrato nel post del 13 ottobre, Dexia è a un passo dal fallimento anche oggi il -2.44% vale 0,599€ e la prossima quale sarà? Siamo sicuri che le nostre banche siano al sicuro?

Adesso torniamo al grafico FTSE MIB

Ci troviamo a mio avviso in un punto cruciale per il nostro indice, la situazione sembra essere ancora positiva ma il livello a 15.600 punti è importante, come è importante il punto sul quale la si è andato a posizionare l’indice, proprio sulla linea di tendenza tratteggiata in verde.

Un titolo che segnalo è Banca MPS

Il titolo è ai suoi minimi storici, acquistare questo titolo a queste condizioni è molto rischioso e va contro la regola primaria del trading, ma è anche vero che il valore di mercato di BMPS è molto superiore alle quotazioni odierne, quindi è da seguire bene l’andamento del FTSE MIB e usare uno stop al massimo del 4%.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About Luca

Luca
Sono laureato in Ingegneria Gestionale e ho un diploma di Master in Project Management. Faccio Trading online da ormai 7 anni e mi interesso di Borsa e Finanza da almeno 11. Opero in borsa come Private Trader, su i più importanti mercati finanziari: Mercato azionario MTA Italiano prevalentemente, Mercato dei cambi Forex, Mercato delle materie prime (Commodity), Indici. Gli strumenti che tratto principalmente sono quindi Azioni, CFD e Futures.
Google +
Scroll To Top